Xiaomi scommetterà su MediaTek per il suo Redmi K40 più avanzato, giusto o sbagliato?

Esistono una serie di terminali Xiaomi ancora più interessanti dello Xiaomi Mi 11. Questi sono i Redmi K40, alcuni terminali che condividono gran parte delle caratteristiche e si presentano con un prezzo inferiore. Tendono ad essere cellulari meno avanzati in generale, ma con a rapporto qualità/prezzo meglio. Quest’anno è il momento di vedere lo Xiaomi Redmi K40 e conosciamo già molti dettagli su di loro. Oggi è stato confermato che Xiaomi continuerà a scommettere su MediaTek per i più avanzati della lista. E sì, includerà il nuovo MediaTek Dimensione 1200.

Qualcomm e MediaTek condivideranno lo spazio nella serie Redmi K40

I leak suggeriscono che nel 2021 ci saranno 3 dispositivi sotto la serie Redmi K40. Il primo sarà questo, il suo Redmi K40, un dispositivo destinato alla fascia media premium e con un design molto simile al resto dei terminali. La strategia dovrebbe essere molto simile a quella di Redmi K20 e K20 Pro: due terminali con design identico e diversi processori.

Il Redmi K40 monterà un processore Qualcomm serie 700. Il processore potrebbe essere il Qualcomm Snapdragon 775G, anche se non ci sono ancora notizie a riguardo. Può essere posizionato come uno dei medi più potenti e consigliati nel mercato 2021.

Se andiamo alla fascia alta ci saranno due opzioni: Redmi K40 Pro e Redmi K40 Ultra. Il Redmi K40 Ultra si occuperà di includere il processore MediaTek che sarà annunciato tra pochi giorni. Questo sarà il MediaTek Dimensione 1200, un processore di fascia alta incredibilmente avanzato che sarà uno dei migliori del 2021.

Per gli amanti di Qualcomm c’è anche una buona notizia: il Redmi K40 Pro si occuperà di includere Snapdragon 888. È possibile che questo terminale sia più potente del precedente, ma potrebbe Xiaomi includere qualche miglioramento extra in altre sezioni come la fotocamera o lo schermo per l’Ultra.

Ecco come sarebbe la serie Redmi K40 per il 2021 con uno di fascia media e due di fascia alta. Ora non ci resta che attendere che l’azienda li presenti e parli della sua espansione internazionale. Anticipiamo già che molto probabilmente solo un paio dei tre dispositivi vedono il mercato internazionale.

attraverso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *